ƒ

7 falsità sul cervello

Miti e leggende metropolitane che davamo per scontate e non sono reali.

di Valentina Cervelli 19 marzo 2014 9:39

Il cervello umano è un organo grandioso. Riesce a far funzionare quasi sempre perfettamente il nostro organismo gestendo migliaia di processi differenti. Ma è innegabile che anche su di lui gravino diversi miti che è il caso di risolvere una volta per tutte. Oggi confuteremo 7 falsità sul cervello che si tramandano di generazione in generazione.

  1. Ascoltare musica classica ti fa diventare più intelligente.
  2. Si usa solo il 10% del proprio cervello. Non è così. Viene utilizzato nella sua totalità,solo non tutte le parti nello stesso momento. Sembrerà semantica… ma è così.
  3. I messaggi subliminali hanno effetto. Anche se sono stati effettuati vari tentativi nel corso dei decenni nessuno ha mostrato di funzionare effettivamente.
  4. In una persona prevale un emisfero o l’altro. Altra falsità, si usano entrambi indistintamente.
  5. Più è grande il cervello più si è intelligenti. E’ più che altro il rapporto del suo peso rispetto a quello medio del corpo al quale appartiene a fare la differenza.
  6. L’alcol uccide le cellule cerebrali. No, ma le danneggia fortemente anche se vi è la possibilità di “ripararle”.
  7. I danni cerebrali sono irreversibili? No, le sinapsi possono creare nuovi collegamenti tra le cellule nervose. E le parti sane del cervello possono provvedere al recupero del lavoro di quelle malate.

Una “macchina da lavoro” perfetta, come vi dicevamo in precedenza. Scommettiamo che molti di questi punti facevano parte delle vostre convinzioni più antiche confermate dalle persone attorno a voi, da film e libri. Ora sapete che non è così. Quale è quella che vi ha sconvolto di più?

7 falsità sul cervello

Photo Credit | Thinkstock

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti