ƒ

Cosa comporta mangiare aglio crudo?

Un ottimo alimento curativo, con un piccolo grande difetto.

di Valentina Cervelli 7 maggio 2014 9:56
cosa comporta mangiare aglio crudo

Cosa comporta mangiare aglio crudo? E’ un utile domanda questa, soprattutto perché a differenza di altri cibi ingeriti senza essere cucinati prima, l’aglio è un vero toccasana per l’organismo, in tanti modi diversi. Vogliamo scoprirli insieme? Solo di una cosa dovete preoccuparvi, e riguarda, come potrete immaginare, il vostro alito.

Mangiare aglio crudo comporta tante cose buone per il corpo umano, ma il fatto che il vostro cavo orale possa far suo un certo “odore” è altrettanto palese. Se avete quindi intenzione di consumare questo alimento e poi avere qualsiasi tipo di relazione sociale, il consiglio è quello lavarvi bene i denti o per lo meno mangiare una mentina che possa rinfrescare la bocca.  L’aglio è un antibiotico naturale: le sue peculiarità sono conosciute da decenni e le sue capacità fitoterapiche sono tra le più funzionali ed affidabili. E’ un ottimo strumento per rafforzare il sistema immunitario e diversi studi hanno in passato mostrato come possa essere un toccasana anche per la salute del cuore e la circolazione. Esso infatti abbassa sensibilmente i livelli di colesterolo prevenendo quindi l’aterosclerosi.

Non solo, ultimamente la ricerca è impegnata nel comprendere a fondo le sue proprietà antitumorali. Vi è un però: bisogna stare attenti con le dosi quando si consuma dell’aglio crudo. Uno spicchio al giorno è più che sufficiente. Soprattutto in soggetti predisposti ad irritazioni gastrointestinali. Mangiare troppo agli crudo può comportare infatti l’irritazione delle pareti dello stomaco. Messo da parte questo, da tale consumo si può solo che trarne benefici, ricordatevelo!

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti