ƒ

4 cose che non sai sulla Sla

Fatti di cui non tutti sono a conoscenza sulla sclerosi laterale amiotrofica.

di Valentina Cervelli 26 agosto 2014 10:21
4 cose non sai sla

Grazie all’ALS Ice Bucket Challenge, la Sla, la sclerosi laterale amiotrofica, è nuovamente finita sotto i riflettori della ricerca. Questo è un bene: si tratta di una malattia neurodegenerativa importante, senza cura, che necessita di ogni sforzo possibile per essere perlomeno rallentata. Ci sono 4 cose però che forse non sai su di lei.

1) Può avere impatto sul tuo corpo e sulla tua mente

Ciò che avviene al nostro corpo con la morte dei motoneuroni è conosciuto: pian piano si perde la possibilità di controllare il proprio organismo, i muscoli smettono di funzionare ed anche un’azione scontata come il respirare deve essere aiutata artificialmente. Ma la Sla può attaccare anche la nostra mente: non con problemi fisiologici ma con la depressione che la “finalità” della malattia porta con sé. Convivere con una diagnosi di Sla è molto difficile.

2) Non  una malattia solamente “ereditaria”

E’ vero, la Sla è una di quelle malattie che possono avere una componente “famigliare” nel loro presentarsi. Ma non tutti i casi, anzi, solo una minima parte di essi segue questo percorso. Purtroppo ancora non si capisce cosa faccia scatenare la patologia nelle persone.

3) E’ più comune negli uomini caucasici

Statisticamente è più facile compaia in persone di razza caucasica e di sesso maschile, sebbene colpisca spesso anche le donne, principalmente di età compresa tra i 60 ed i 69 anni.

4) I sintomi non sono improvvisi

I sintomi non si presentano all’improvviso. Spesso si presentano molto lentamente, a tal punto che non si fa caso al loro mostrarsi nelle fasi iniziali.

Photo Credit | Thinkstock

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti