Come osservare un eclissi di sole

Prendete tutte le precauzioni necessarie per non danneggiare la vostra vista.

di Valentina Cervelli 17 marzo 2015 9:22
come osservare eclissi sole

Il prossimo 20 marzo un eclissi parziale di Sole sarà visibile ad occhio nudo. Per poter osservare il fenomeno senza incorrere in danni alla vista è necessario prendere delle precauzioni ben precise.

In questo caso sarebbe meglio evitare il fai da te: quindi mettete da parte occhiali da sole, assolutamente non sufficienti, vetri affumicati, radiografie o vecchie pellicole. Non si può mai essere sicuri della loro sicurezza e mettere a rischio i propri occhi non è ciò che vi consigliamo. E’ decisamente meglio acquistare filtri ed occhiali appositamente studiati per poter rendere inoffensive le radiazioni solari. La protezione minima di tutti questi strumenti deve avere un indice 14. Anche i binocoli e i telescopi devono essere dotati di adeguata protezione al fine di non arrecare danno alla vista. Anche in questo caso il fai da te è da dimenticare: utilizzate filtri specifici a prescindere dal costo degli stessi.

L’eclissi di sole avviene quando la luna si frappone tra la stella e la terra, proiettando un’ombra sul nostro pianeta. A seconda delle dimensione apparente della luna essa può essere totale o parziale. Quella che avverrà il 20 marzo, tra qualche giorno, è definita come appartenente alla famiglia delle eclissi di tipo Saros. Esse avvengono quando la luna si trova più o meno nella stessa posizione rispetto al proprio nodo. Questo tipo di eclissi, va sottolineato, sono di tipo periodico (circa 6585,3 giorni),più o meno ogni 28 anni. Venerdì essa inizierà intorno alle 9:15 ed il massimo oscuramento del sole lo si avrà dopo circa un’ora dalla sua prima comparsa.

Photo Credits | Suppakij1017 / Shutterstock.com

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti