ƒ

7 cose che non si sanno sulle banane

Piccole interessanti curiosità su un frutto tanto amato.

di Valentina Cervelli 17 giugno 2015 9:23
7 cose non si sanno banane

Vi siete mai posti delle domande sulle banane? Vagando per la rete abbiamo scoperto almeno 7 cose che comunemente non si sanno e che vogliamo condividere con voi. C’è da rimanere stupiti per quante di esse non si conoscano.

1) Il paese che consuma più banane è il Giappone e questo sembra essere dovuto ad una particolare dieta molto famosa in loco, la Morning Banana Diet che prevede per la colazione banane senza limite e acqua naturale.

2) L’India è tra le più grandi produttrici di banane. Produce circa 30 milioni di tonnellate di questo frutto ogni anno, seguita da Uganda e Cina.

3) Le foglie di banano possono essere usate come contenitori. Molte popolazioni lo fanno da secoli. Vengono utilizzate addirittura come piatti grazie alla loro resistenza. In India addirittura, dopo una completa essiccazione vengono utilizzate come materiale da imballaggio e come tazze per bere.

4) Il nome scientifico è “musa xxxx” a seconda della varietà e specie e si pensa sia dovuto ad Antonio Musa, medico dell’imperatore romano Ottaviano Augusto, oppure dalla latinizzazione del termine arabo mauz, utilizzato per la banana.

5) Il suo odore  è in grado di ingannare il nostro cervello, portando a fargli credere di averla mangiata anche quando ciò non è avvenuto.

6) Alcune specie di banane consumate in passato si sono estinte per uno sfruttamento malsano ed una tipologia di coltura sbagliata che ha reso vulnerabili gli alberi agli attacchi di parassiti.

7)  A causa della tipologia di isotopo del potassio che contengono, le banane sono naturalmente radioattive.  A tal punto da essere usate come riferimento da alcuni ambientalisti.

Photo Credits | BrazilPhotos / Shutterstock.com

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti