ƒ

Come curare il colpo di calore

Vediamo insieme come affrontare questa emergenza.

di Valentina Cervelli 12 luglio 2015 9:40
come curare colpo calore

Come curare il colpo di calore? Con l’arrivo dell’estate il corpo si trova a combattere contro la necessità di mantenere la temperatura corporea nonostante l’innalzarsi di quella esterna e della sua umidità. Vogliamo vedere insieme come farlo imparando a riconoscerne anche i sintomi.

E’ l’incapacità di termoregolarsi sudando che porta le persone a soffrire del colpo di calore. Esso si manifesta attraverso i seguenti sintomi:

  • sonnolenza
  • inappetenza
  • perdita di coscienza
  • scompenso cardiaco
  • convulsioni

Non è impossibile curare questo disturbo da soli, se lo stesso non è troppo grave. E la sua gravità spesso dipende da quanto la persona è rimasta nelle condizioni sfavorevoli che lo hanno causato. La prima cosa da fare è dare all’organismo il modo di poter lavorare bene: chi subisce un colpo di calore deve essere immediatamente portato in un luogo fresco tentando di abbassare la temperatura corporea immediatamente. Questo può essere fatto tramite un antipiretico come la tachipirina, ma si deve immediatamente agire apponendo delle pezze non gelate ma bagnate in corrispondenza dei centri di regolamentazione della temperatura interna posti all’interno del nostro organismo, ovvero polsi, caviglie, nuca. Non fa male nemmeno apporne una sulla fronte. Il ghiaccio creerebbe un effetto vaso-costrittivo limitando la dispersione del calore.

La persona colpita da colpo di calore deve essere poi riportata ad uno stato di idratazione ottimale facendole bere acqua a piccoli sorsi sia normale sia in caso con addizionali sali minerali, in modo da riequilibrale la situazione elettrolitica. In caso questi interventi non abbiano riscontro positivo è bene portare l’individuo colpito da colpo di calore al pronto soccorso.

Photo Credits | Maridav / Shutterstock.com

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti