ƒ

3 metodi per salvare il caricabatteria del cellulare

Piccoli trucchi che possono rivelarsi dei veri salvavita.

di Valentina Cervelli 17 luglio 2015 10:30
3 metodi salvare caricabatteria cellulare

I cellulari che vengono messi in commercio al giorno d’oggi sono sicuramente dotati di una tecnologia molto più potente rispetto al passato. Essi effettivamente peccano solo in una cosa: nella scarsa resistenza dei cavi dei caricabatteria: vediamo come ovviare a questo problema.

1) Metodo delle penne

Può rivelarsi un modo costoso di approcciare il problema ma contestualmente molto valido. Si prendono due penne di quelle a scatto e si smontano. Si prendono le loro molle e le si allargano con delicatezza in modo tale da rendere possibile una loro applicazione. Si prendono poi i cavi del caricabatteria (è uno strumento ottimo per l’iPhone, N.d.R.) e si avvolgono le molle intorno con molta gentilezza. Una volta inserite attorno al cavo esse vengono fatte scivolare fino al punto più debole, quello dell’attacco al jack e ristrette brevemente.

2) Metodo della corda

E’ più complicato e quello che vi consigliamo meno, ma essenzialmente si può prendere un cordoncino, tagliarlo e bruciarne le estremità. Poi con molta attenzione, per chi è capace, utilizzare lo stesso ed il cavo del caricabatterie del cellulare come ulteriore capo per creare uno scubidoo. Il filo rimarrà così protetto.

3) Metodo dei braccialetti

Consiste nel in pratica nel creare al filo una guaina come quella che si creerebbe per un braccialetto ricoperto di filo. Quindi si prendono almeno 3 fili di cotone spesso colorati e li si avvolgono dolcemente ma fermamente, dopo aver fatto un piccolo nodo all’estremità del cavo, lungo tutto lo stesso fino a ricoprirlo, se volete, completamente. Il cavo si preserverà da rottura e sarà anche particolarmente fashion.

Photo Credits | Kalabi Yau / Shutterstock.com

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti