ƒ

Il “Bastardo blu”, nuova specie di pesce

Grande e violento questo esemplare deve il suo nome ad una particolare caratteristica.

di Valentina Cervelli 10 settembre 2015 10:21

E’ stata scoperta una nuova specie di pesce nelle acque australiane: è il bastardo blu. Un soprannome atipico per un esemplare ittico che deriva completamente dal suo comportamento in acqua. Scopriamo il perché.

A quanto pare il bastardo blu è stato nominato in questo modo per la sua forte aggressività.E’ un pesce, di colore blu ovviamente, lungo fino ad un metro, con dodici spine dorsali ed una cattiveria insita tanto da farlo considerare una sorta di bullo dell’acqua. Il suo nome scientifico lo rispecchia in pieno: “Plectorhinchus caeruleonothus” dove effettivamente “caeruleum” in latino è “blu” e “nothus” letteralmente bastardo. Il pesce è stato presentato ufficialmente dalla rivista di settore “Zootaxa”.

La sua scoperta è degna di una storia da raccontare ai propri nipoti: il pescatore australiano Ben Wright ha pescato il pesce ma non riuscendo a capire cosa fosse ne ha inviato una foto al Queensland Museum. Ci sono voluti cinque mesi di ricerche ed analisi del DNA a Jeff Johnson, l’ittiologo del museo per confermare che il bastardo blu appartenesse ad una nuova specie appartenente al genere dei pesci ossei.

Perché è chiamato bastardo blu? La risposta come già indicato sta nel suo comportamento: alcuni pescatori hanno raccontato di aver visto i due esemplari agganciati per la bocca in una sorta di bacio violento. Esso viene utilizzato dai maschi per controllare il territorio: in pratica si tengono per la mascella e si scuotono insieme fino a che uno dei due non molla la presa.

Photo Credit | Museo del Queensland

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti