ƒ

Quando sono comparsi davvero gli uccelli sulla Terra?

Nel cretaceo un esemplare in grado di volare come quelli moderni.

di Valentina Cervelli 11 ottobre 2015 10:26

Quando sono comparsi davvero gli uccelli sulla Terra? E’ una domanda alla quale una nuova ricerca in merito sembra dare una risposta diversa da quella comunemente conosciuta a livello scientifico. Scopriamola insieme.

Non stiamo parlando di pterodattili che rientrano nella categoria di dinosauri pienamente ma di veri e propri uccelli simili a quelli che sfrecciano sulle nostre teste ogni giorno. Quello che consideriamo il primo uccello comparso sulla terra è l’Archaeopteryx vissuto circa 150 milioni di anni fa. Ed è noto negli ambienti scientifici il dibattito sulla sua capacità o meno di volare o se facesse piccole planate grazie ai lunghi balzi che la sua struttura corporea gli consentiva. Ci sono diversi indizi che danno ragione ad entrambe le ipotesi. Quello su cui erano tutti d’accordo è che la strada per volare di questi animali sia stata comunque molto lunga.

Gli scienziati spagnoli guidati da Luis Chiappe, in uno studio pubblicato sulla rivista di settore Scientific Report hanno dimostrato come un uccello di 125 milioni di anni fa, nel Cretaceo inferiore, fosse strutturato per volare come gli attuali uccelli che popolano la terra. Di sicuro il loro aspetto era più “selvaggio” e tozzo rispetto a quelli attuali, ma i muscoli ed i legamenti di questo “antenato” sembravano rispondere a tutte le necessità fisiche del volo. La ricerca è partita dalle ossa fossili di enantiorniti scoperte in Spagna qualche anno fa: i resti mostrano la presenza di una complessa rete di muscoli, la stessa che negli esemplari moderni da modo di regolare le penne delle ali ed il loro movimento.

Photo Credits | Carlos Caetano / Shutterstock.com

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti