ƒ

Il costume ecologico che ripulisce le acque inquinate

Sarà possibile ripulire il mare mentre si fa il bagno.

di Valentina Cervelli 18 ottobre 2015 10:06

Un costume ecologico in grado di ripulire le acque: un’invenzione davvero interessante quella creata dall’Università della California a Riverside. Il bikini messo a punto infatti è in grado di assorbire le sostanze inquinanti.

L’idea è piaciuta così tanto che in un concorso molto importante del settore delle tecnologie indossabili si è guadagnato il primo premio. E la cosa interessante è che questo “bikini” è solo una delle tante applicazioni che possono essere messe in pratica con il materiale spugnoso creato dalla squadra di scienziati di Mihri Ozkan dopo un lavoro lungo 4 anni.

Sponge ( in italiano Spugna, N.d.R.) è un composto a base di carbonio, molto leggero e flessibile che è stato progettato per ripulire l’acqua da sostanze chimiche, oli e per desalinizzare l’acqua. E’ idrorepellente (quindi non assorbe acqua) ed è in grado invece di assimilare le altre sostanze fino a 25 volte il suo peso. Il bikini è nato dall’unione del materiale creato dagli scienziati californiani con l’idea di Eray Carbajo, architetto. Ecco che aggiungendo un piccolo telaio di plastica pieghevole al materiale e un pizzico di design si è ottenuto un costume interessante e comodo.

Funziona proprio come un filtro: si inserisce il materiale spugnoso nella parte alta del bikini ed esso assorbe senza mai venire a contatto con la pelle. Esso può essere utilizzato per 20 volte prima di perdere la sua capacità assorbente. Sebbene la presentazione abbia riguardato questo capo in realtà la spugna è stata testata per resistere ed assorbire sostanze chimiche fino a temperature pari a 1000 °C.

Photo Credit | Università della California Riverside

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti