ƒ

Il motore più piccolo del mondo

Ridotte dimensioni sono sinomino di poca energia ma tanto studio teorico.

di Valentina Cervelli 26 ottobre 2015 10:38

Il motore più piccolo del mondo è un motore termico grande come un atomo creato presso l’Università di Mainz, in Germania. Vediamo insieme nello specifico di cosa si tratta.

Gli scienziati lo hanno basato su un semplice atomo, uno ione di calcio. Ovviamente la sua energia non è in grado di essere applicata praticamente, ma per ciò che riguarda la fisica statistica è perfetto per gli studi teorici, in particolare per ciò che riguarda i flussi di calore nei sistemi microscopici. In generale per le persone non è semplice ragionare nei suddetti termini, ma è palese che per quel che riguarda la ricerca scientifica un motore termico così leggero e piccolo rappresenta un passo in avanti immenso nello studio di nuovi sistemi.

Per aiutarvi a comprendere meglio: anche i motori che utilizziamo nelle nostre auto sono macchine termiche: sono ovviamente pesanti e sfruttanti una reazione chimica per generale dell’energia meccanica. Quel che il professore Kilian Singer funziona in questo modo: lo ione di calcio viene eccitato e raffreddato a ciclo continuo da un campo elettrico e da un fascio laser all’interno di un “imbuto” grande 8 mm: il movimento dello ione è in grado di creare 10-4 joule di energia per ciclo. Come abbiamo già specificato esso è stato creato per studiare applicazioni teoriche relative alla termodinamica di regimi microscopici: per poter utilizzare tale energia servirebbero miliardi di atomi. Non potremo applicarlo nella vita di tutti i giorni il motore più piccolo del mondo, ma di certo possiamo studiarne forza e limiti.

Photo Credits | Lana Po / Shutterstock.com

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti