ƒ

Si può viaggiare più veloci della luce?

Una sperimentazione interessante è avvenuta presso l'Università di Harvard.

di Valentina Cervelli 2 novembre 2015 10:03

Si può viaggiare più veloci della luce? A quanto pare sembrerebbe di si, se si parla di informazioni. E se effettivamente il materiale creato dagli scienziati di Harvard è davvero in grado di fare ciò che i suoi sviluppatori hanno promesso.

I ricercatori sostengono infatti di aver messo a punto un chip composito che permetterebbe alla luce di viaggiare a velocità infinita trasportando quantità infinite di informazioni con se. Lo studio dedicato a questa sperimentazione è stato pubblicato sulla rivista di settore Nature Photonics. Si tratta di uno spartiacque davvero interessante quello raggiunto nei laboratori dell’università americana. Questo chip consiste in un circuito a base di silicio inserito in un polimero avviluppato in una lamina d’oro. Quello che si ottiene è un metamateriale con un indice di rifrazione pari a zero. Che in parole povere significa che la luce che lo attraversa grazie allo stesso può essere “gestita” dall’uomo e manipolata per aggiungere delle informazioni e dare modo alla luce così modificata di viaggiare a velocità infinita. Tutto questo senza violare minimamente la teoria della relatività ristretta a noi conosciuta.

Ricordiamo a quanto equivale la velocità massima che la luce può raggiungere, da noi concepita, nel nostro universo:  299.792,458 KM/S.ma scientificamente parlando non si può ignorare la velocità di fase, che misura la propagazione di una cresta dell’onda elettromagnetica. Essa ci mostra come la propagazione di un segnale e la distorsione di un onda che passa in un materiale non hanno per forza la stessa velocità e che quest’ultima può essere effettivamente più veloce… della luce.

Questo perchè in caso di rifrazione zero le creste dell’onda formano una linea piatta allungandosi all’infinito.

Photo Credits | Yevhen Tarnavskyi / Shutterstock.com

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti