Piante dalla crescita veloce grazie a gene

Sviluppo veloce in luoghi e condizioni estreme: questa la chiave.

di Valentina Cervelli 8 novembre 2015 10:44

Crescita rapida delle piante attraverso l’immissione di un gene che ne stimola la riproduzione. Al momento la sperimentazione dedicata è stata condotta con successo su una pianta imparentata con il tabacco.

Può questa rappresentare una svolta per la coltivazione nello spazio? O in quei luoghi della terra dove il terreno è arido e le condizioni decisamente estreme? E’ quella la speranza dei ricercatori: trovare un modo di favorire la creazione di orti in luoghi dove in teoria coltivare ortaggi e piante non è semplice o scontato. In questo caso la velocità è la parola chiave. Ad occuparsi del progetto sono stati gli scienziati coordinati da Julia Bally della Queensland University of Technology (QUT).

La pianta utilizzata è la Nicotiana benthamiana una specie autoctona dell’Australia che da anni viene utilizzata per le sperimentazioni genetiche data la sua capacità innata di inglobare nel suo DNA geni provenienti da virus o altre specie vegetali. Essa deriva da una mutazione che ne ha limitato la capacitò di difendersi dagli organismi. Ma che in cambio le ha donato la capacità di fiorire e germinare velocemente. E’ una sorta di meccanismo di compensazione che dà modo a questa pianta di sfruttare il massimo nutrimento anche dai luoghi non adatti particolarmente alla coltivazione.

E’ evidente che in caso di un’applicazione di questo gene modificato sugli ortaggi, gli stessi andrebbero coltivati in ambienti protetti per evitare la morte della pianta causata da malattie e microrganismi. Dovrà passare ancora del tempo prima che tale tecnica possa diventare esecutiva: ciò non toglie che una strada importante è stata intrapresa.

Photo Credits | SINITAR / Shutterstock.com

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti