Inventato liquido poroso contro inquinamento

Un materiale importante per le sue caratteristiche fisiche e molecolari.

di Valentina Cervelli 15 novembre 2015 10:44

Gli scienziati della Queen’s University di Belfast hanno inventato un liquido poroso. Quel che poteva essere finora considerato un controsenso non lo è più. Ciò che è stato creato ha in effetti dei “buchi” all’interno della sua struttura molecolare.

Si tratta ovviamente di un materiale all’avanguardia: parliamo di nanostrutture messe a punto per contrastare l’inquinamento che sta distruggendo il nostro pianeta. Ma a cosa può servire un liquido poroso in questo campo? I ricercatori lo spiegano senza mezzi termini: si tratta di un liquido che presenta dei fori. La pietra pomice? Quello è un materiale poroso solido. L’invenzione degli scienziati irlandesi è in tutto e per tutto un liquido alla vista, che però è poroso a livello microscopico. Vi sono nano spazi infatti tra una molecola e l’altra.

L’applicazione di materiali porosi è molto diffusa sebbene per un lettore inesperto questo possa sembrare fantascienza. Ed a partire dai combustibili fino ad arrivare alle plastiche il loro utilizzo è decisamente ampio. Semplicemente finora nessuno aveva pensato di creare un liquido con queste caratteristiche. I ricercatori irlandesi hanno creato il liquido partendo da zero. Hanno letteralmente disegnato la forma delle molecole per far si che potesse contare sul suddetto spazio molecolare. Il perchè? Volevano che questo fosse in grado di intrappolare i gas con un’alta efficienza. E di conseguenza usarlo come un filtro all’avanguardia per filtrare l’anidride carbonica prodotta.

Serviranno ancora alcuni piccoli perfezionamenti, ma se tutto andrà come pianificato il liquido poroso potrà essere usato entro i prossimi tre anni.

Photo Credits | alice-photo / Shutterstock.com

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti