5 curiosità sul pianto

Ecco alcune cose che molti ignorano sulle lacrime.

di Valentina Cervelli 21 novembre 2015 10:39

Scopriamo insieme 5 curiosità sul pianto. Le lacrime ci hanno sempre accompagnato nel corso della nostra esistenza: le produciamo appena nati, al momento dell’uscita dal grembo materno e spesso sono l’ultima produzione del nostro corpo in vita.

1. Pianto di diversa composizione

Il pianto di dolore, quello di felicità, addirittura quello che scaturisce dal taglio delle cipolle: hanno tutti una composizione diversa. Lo mostrano analisi di laboratorio al microscopio: cambia addirittura la loro struttura. Anche se a noi sembrano tutte uguali quando le produciamo.

2. Fa stare meglio

Piangere fa effettivamente stare meglio. Secondo gli scienziati l’organismo ritrova effettivamente un equilibrio rispetto allo stato di “agitazione” nel quale entra specifici motivi. E’ qualcosa che ognuno di noi ha sperimentato: si allenta la tensione e si torna più presenti a se stessi.

3. Le donne piangono di più

Le donne piangerebbero di più se comparate agli uomini. Ma non è un segno di debolezza. Si pensa che sia un modo tra l’altro del sesso femminile di esercitare potere sull’uomo. Senza contare poi che in molte culture il pianto dell’uomo viene considerato come elemento poco mascolino.

4. In Italia si piange tanto

Insieme ai tedeschi gli italiani risultano essere la popolazione che piange di più, preceduta solamente dagli Stati Uniti. Uno strano primato di cui andare (forse) fieri? E’ ancora da decidere.

5.  Il Pianto nasce dal mesencefalo

Il pianto nasce in una parte del mesencefalo, dal centro pontino per l’esattezza, dove arriva il messaggio di far crescere la produzione lacrimale mentre viene dato ordine al resto del corpo di cambiare il ritmo di respirazione.

Photo Credits | aastock / Shutterstock.com

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti