Cerotti in idrogel contro le ferite

Un materiale innovativo da illimitate potenziali applicazioni mediche.

di Valentina Cervelli 12 dicembre 2015 9:41

Cerotti a base di idrogel per curare le ferite. Sarà questo il futuro per noi se l’invenzione del MIT sarà in grado di venire commercializzata. Un materiale innovativo in grado di velocizzare la guarigione dei tagli.

A livello tecnico parliamo di un materiale molto elastico, di tipo colloso e trasparente in grado di migliorare i processi di cicatrizzazione della pelle. E non solo: la loro particolare struttura consente di inserire al loro interno sensori, chip e medicinali. Insomma un vero e proprio sistema di guarigione integrato.

Quello degli scienziati del MIT non è il primo tentativo di ricreare un materiale composto da reti polimeriche legate a molecole di acqua. Le prove sono state molte e nessuna conclusasi in modo positivo tranne quest’ultima. Cosa è cambiato? La scelta dell’utilizzo di poliacrilammide per creare l’idrogel. Questa sostanza è un copolimero, una macromolecola.

La particolarità principale di questo gel utilizzato per creare cerotti è che è composto al 90% di acqua e la forza con la quale tiene uniti i lembi delle ferite è comparabile, secondo gli scienziati, è quella che unisce cartilagine e tendini. Tale aspetto consente di poter applicare l’idrogel anche in punti particolari come ginocchia e gomiti. Allo stesso tempo la parte “tecnologica” del cerotto consentirà di rilevare dati relativi alle condizioni fisiche e rilasciare dei medicinali specifici per favorire la terapia del paziente in base alla sua temperatura ed al suo bisogno.

Un’invenzione davvero unica nel suo genere che se dovesse passare le fasi di test in modo positivo rappresenterebbe davvero un punto di svolta per il trattamento dei pazienti.

Photo Credit | MIT

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti