ƒ

Quante date ha il Natale?

Una festività dalla datazione particolare tutta da scoprire.

di Valentina Cervelli 25 dicembre 2015 10:17

Quante date ha il Natale? E’ una domanda lecita da porsi, sia basandosi su diversi calendari che sappiamo essersi avvicendati nei secoli, sia pensando alla eterogeneità della religione cristiana in base alle diverse confessioni.

Il Natale cristiano, nella maggior parte delle confessioni viene festeggiato il 25 dicembre e ricorda, come sappiamo, la nascita di Gesù.E’ stata scelta come data convenzionale a partire dal III secolo d.C.: esiste della documentazione ufficiale in merito. Ovvero i calendari delle festività religiose. Prima della “canonizzazione” di quella data, nei primi secoli di esistenza della religione cristiana erano molte le tradizioni vigenti relative alla nascita del Salvatore. E tutte con una propria data. Attualmente solo gli ortodossi russi celebrano il Natale in un’altra data.

Questo accade perché la Chiesa Ortodossa russa utilizza il calendario giuliano (quello stabilito da Giulio Cesare, N.d.R.) invece di quello gregoriano stabilito nel 1582 da papa Gregorio XIII per far collimare nuovamente il calendario civile con quello astronomico a quei tempi “sfasato” di circa 11 giorni a causa del moto di precessione della Terra. Piccola curiosità? Il ritardo del calendario giuliano è arrivato a 13 giorni. Ma agli ortodossi non importa: il Natale viene festeggiato il  7 gennaio. Questo avviene affidandosi anche alla tradizione della venuta dei magi che noi festeggiamo con l’Epifania il 6 gennaio.

Poco importa quali siano alla fine le diverse date del Natale per chi ama questa festa. Spesso privata della sua importanza religiosa rimane una delle possibilità maggiori per le famiglie, anche se lontane, per passare del tempo insieme con gioia ed in allegria.

Photo Credits | Pressmaster / Shutterstock.com

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti