ƒ

Stelle cadenti, i giorni delle Orionidi

Occhi al cielo per le Orionidi, le stelle cadenti legate alla Cometa di Halley.

di michelecostanzo 24 ottobre 2016 6:35
Perseidi

Tra fine ottobre ed inizi di dicembre non mancherà lo spettacolo per chi deciderà di puntare lo sguardo al cielo notturno. Sono infatti questi i giorni delle Orionidi, lo sciame meteorico che da vita ad uno dei maggiori fenomeni di stelle cadenti nel periodo autunnale.

Come osservare le Orionidi

Le Orionidi prendono questo nome per via della zona di cielo da cui sembrano originarsi le stelle cadenti. Il così detto radiante del fenomento è infatti collocato in una area vicina alla costellazione di Orione. Le Orionidi si ripresentano con regolarità ogni anno tra ottobre e novembre. Per questo 2016 il periodo di attività è stato calcolato tra il 2 di ottobre ed il 7 di novembre. L’attività di picco dello sciame meteorico è prevista proprio in questi giorni e permette di osservare alcune decine di stelle cadenti per ogni ora.

Mentre le Perseidi si verificano in un periodo dell’anno in cui il cielo è spesso sereno, l’osservazione delle Orionidi può essere complicata dal fattore meteorologico. Tuttavia dato il lungo periodo di attività dello sciame non risulta troppo complesso trovare una notte adatta alle osservazioni.

Orionidi e Cometa di Halley

Il fenomeno delle Orionidi è dovuto al passaggio della Terra nella scia della Cometa di Halley. In una diversa posizione orbitale la stessa intersezione da vita allo sciame meteorico Eta Aquaridi visibile in primavera tra aprile e maggio.

La Cometa di Halley è una delle più note e studiate comete periodiche visbili nei cieli terrestri, nonché una delle più luminose. Tracce storiche del suo passaggio sono documentate già nel terzo scolo a.c. mentre i passaggi più recenti si sono avuti nel 1910 e nel 1986. Il prossimo passaggio della Cometa di Halley è previsto per il 2061-2062.

[Photo Credits | NASA/Bill Ingalls]

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti