ƒ

Quanto è lungo un metro?

Tutti sappiamo quantificare un metro di lunghezza, ma la storia di questa unità di misura ha non pochi retroscena.

di michelecostanzo 1 dicembre 2016 12:27

Il metro è una delle unità di misura con cui abbiamo a che fare più di frequente. Anche se in maniera approssimativa ognuno di noi è in grado di quantificare questa unità anche senza usare alcuno strumento. Eppure la storia che ha portato alla definizione attuale di ‘metro’ è più complessa di quanto si possa immaginare.

La storia del metro

Storicamente si ritiene che il termine ‘metro’ (da greco metron, misura) inteso come unità di misura si debba al matematico italiano Tito Livio Burattini nel XVII secolo. Burattini intendeva proporre una unità di misura universale e la legò alla lunghezza di un pendolo con una oscillazione di 1 secondo.

È però solo nel secolo successivo che l’idea del metro comincia ad affermarsi. Nel 1791 l’Accademia francese delle scienze decise di adottare una nuova definizione di metro legandola stavolta alle dimensioni della terra- In particolare il metro fu definito come decimilionesima parte (1/10.000.000) della distanza tra il Polo Nord e l’equatore misurata lungo il meridiano che passa per Parigi. Da li a poco la Francia adotterà questa grandezza come unità di misura ufficiale.

La luce come riferimento

Successivamente col progredire della tecnica si dimostrò che la lunghezza del meridiano assunta come riferimento non era corretta, ma a quel punto il metro era già largamente diffuso. Nel 1899 l’Ufficio internazionale dei pesi e delle misure ridefinirà il metro come intervallo tra due linee incise su una barra di platino-iridio. Nacque così il così detto ‘metro-campione’ ancora oggi conservato in Francia a Sèvres.

Nel ‘900 a più riprese si cercò di dare una definizione più formale del metro e di legare questa unità di misura a grandezze fisiche universali. Nel 1960 il metro fu associato alla lunghezza della radiazione dell’atomo di kripton-86 in particolari condizioni. Ma è solo nel nel 1983 che si arriverà alla formulazione attuale; la XVII Conferenza generale dei pesi e delle misure definì il metro come 1/299 792 458 della distanza percorsa dalla luce nel vuoto in un secondo.

[Photo Credits | OpenClipArt]

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti