ƒ

iPhone 7, iPad e Mac sotto il controllo della CIA? Secca replica a Wikileaks

iPhone 7, iPad e Mac sotto il controllo della CIA secono una nota di Wikileaks, ma la replica ufficiale di Apple non si è fatta attendere. Ecco come stanno realmente le cose secondo la mela morsicata

di Maria Di Bianco 8 marzo 2017 16:35

Secca replica da parte di Apple, dopo che alcuni documenti recenti da parte di Wikileaks avevano messo in evidenza la possibilità che molti device della mela morsicata, tra i quali anche i più recenti iPhone 7, iPad e Mac lanciati sul mercato, potessero essere in qualche modo sotto il controllo della CIA.

Tutto nasce dalla scoperta di uno speciale team all’interno della CIA costituito da un gruppo di hacker, allo scopo di tenere sotto controllo buona parte dei device mobili presenti al mondo. La replica di Apple, in tal senso, non si è fatta attendere più di tanto:

“Apple è profondamente impegnata nel salvaguardare la privacy e la sicurezza dei clienti. La tecnologia integrata negli iPhone odierni rappresenta la migliore sicurezza dei dati disponibili per i consumatori, e lavoriamo costantemente per continuare su questa strada. I nostri prodotti e software sono progettati affinché ricevano veloci update di sicurezza quando sono nelle mani dei clienti, l’80% dei quali esegue le ultime versioni del nostro sistema operativo. Benché la nostra analisi iniziale indica che molti dei problemi evidenziati siano stati già risolti nelle ultime versioni di iOS, continueremo a lavorare per porre rapidamente rimedio a qualsiasi vulnerabilità identificata. Raccomandiamo sempre ai nostri clienti di scaricare le ultime versioni di iOS affinché dispongano degli ultimi aggiornamenti di sicurezza”.

Sicurezza totale con gli iPhone 7, iPad e vari Mac sul mercato? Ne sapremo di più nelle prossime settimane, quando Wikileaks potrebbe condividere altre informazioni.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Tags: iphone 7
Commenti