Metodo Victor Fadlun, sviluppare doti di leader con psicologia e… scienza

La mente umana può essere sfruttata anche per... diventare un leader, o sapersi imporre

di Redazione 5 Ottobre 2021 8:32

Come coltivare la leadership secondo Victor Fadlun

Esistono leader ed esistono capi. I primi vengono seguiti per le loro doti, per la visione e per la capacità di trasmettere i valori, i secondi solitamente vengono tollerati per senso di dovere e perché si è sottoposti. Le aziende che hanno a cuore le doti di leadership sono quelle che hanno un ambiente lavorativo più equilibrato e sano, dove ogni componente viene supportato, ascoltato e le cui idee vengono accolte positivamente.

Alcuni imprenditori e manager nascono con doti di leadership, ma tutti possono lavorarci su per sviluppare questa soft skill molto importante nel business.

Ne abbiamo parlato con Victor Fadlun, business coach che ha guidato migliaia di imprenditori verso il successo.

Conoscere la propria direzione: metodo Victor Fadlun

La parola inglese leader significa “guida”, colui che conduce. Per condurre qualcuno dobbiamo sapere noi in primis dove stiamo andando.  Per Victor Fadlun uno dei prerequisiti per un leader è conoscere la propria direzione e la propria visione.  Se non hai chiara la direzione, gli obiettivi, la mission non potrai mai essere chiaro per gli altri. 

La visione, i valori, il senso, i propri perché sono fondamentali per sviluppare le doti di leadership, secondo Victor Fadlun, perché sono come una bussola. Se conosci i tuoi valori, se hai chiara la visione, non puoi perderti e questo dà una certa sicurezza e la infonde anche negli altri che ci circondano. 

Imparare a comunicare: formula Victor Fadlun

Un leader è un ottimo comunicatore. Questo significa anche mettere da parte l’orgoglio e comunicare nel linguaggio che l’interlocutore possa comprendere e non in un linguaggio ipertecnico, solo per far vedere quanto siamo bravi, come ci dice Victor Fadlun. Un leader è in grado di chiedere scusa e di assumersi la responsabilità dei propri errori e sviste, per questo è apprezzato dai collaboratori, dai partner e anche dai competitor.  

Delegare senza timore: metodo Victor Fadlun

Un buon leader è in grado di delegare senza avere paura di perdere il controllo della situazione. Di norma, molti imprenditori iniziano come forti accentratori, poi si rendono conto che non possono fare tutto da soli e che devono imparare a delegare, ci dice Victor Fadlun.

Quando inizia a delegare e scopre che non può avere tutto nelle proprie mani, quando lascia spazio ai propri collaboratori significa che sta diventando un buon leader. Un dirigente accentratore, che crede che i suoi collaboratori non siano in grado di lavorare bene quanto lui, si accorgerà presto di quanto questo ostacoli il suo business e si troverà con un’azienda piena di lavoratori scontenti. 

Motivatore nato: un buon leader secondo Victor Fadlun

Secondo Victor Fadlun un buon leader è colui che non ha paura della crescita e del successo degli altri. È un motivatore nato, qualcuno sempre disposto a tifare per gli altri e a sostenerli, perché conosce le fondamenta del proprio successo e sa che questo non è minacciato dal successo di qualcun altro. 

Commenti