Obesità infantile, in Europa un bambino su tre è in sovrappeso

Sempre più bambini sono in sovrappeso, con l'obesità infantile in aumento in Europa e soprattutto in Italia.

di Daniele Pace 20 dicembre 2018 12:21

La problematica dell’obesità infantile sta aumentando di anno in anno, creando una vera e propria epidemia che gran parte dei nutrizionisti di tutto il mondo sta provando a contrastare. I dati più allarmanti riguardano l’imponente crescita che tale patologia sta avendo in Europa ed anche in Italia.

In tutti i Paesi europei un bambino su tre soffre di obesità infantile, un dato altamente preoccupante che riguarda il concetto di malnutrizione. Se nei Paesi meno sviluppati si parla di malnutrizione in quanto si soffre la fame, in questo caso tale termine è utilizzato per spiegare l’errato modo di alimentarsi dei vari bambini. Ciò che preoccupa maggiormente è che i bambini che stanno aumentando nell’ambito dell’obesità hanno età inferiore ai 5 anni. Il problema non è solo legato al consumo eccessivo di zuccheri e grassi, ma principalmente della mancanza di attività fisica. Situazione che tende a migliorare dopo i sei anni, ma in genere sul finire dell’adolescenza molti non partecipano ad alcun tipo di attività sportiva che permetta di mantenere il corpo in forma.

Sicuramente il dato più allarmante è la crescita dell’obesità infantile tra i più piccoli, ossia di età inferiore ai 5 anni, è opportuno quindi garantire loro un’alimentazione corretta per evitare poi che tale disturbo possa accompagnarli per tutta la vita. Un bambino obeso è colui che più di tutti rischia di patire patologie cardiovascolari in età adulta, bisogna quindi intervenire immediatamente per evitare conseguenze gravi in futuro. Il fenomeno dell’obesità infantile in crescita costante in Italia necessita di essere approfondito, perché si rischia di provocare disturbi e patologie più importanti con l’andare dell’età.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti