Come rendere la propria casa smart

Smart Home al centro di un approfondimento, nel tentativo di capire come rendere intelligente la propria casa in un momento storico particolare come questo

di Maria Apicella 5 Febbraio 2020 16:49

Nell’epoca in cui tutto sta diventando digitale, è sempre più indispensabile che nella propria abitazione siano presenti dispositivi intelligenti sempre connessi. Una casa smart è un’abitazione in cui i device tecnologici permettono di controllare varie funzionalità ed elettrodomestici. Il vantaggio non è solo dal punto di vista pratico, ma anche in termini di ottimizzazione dei costi.

La domotica è in continua evoluzione e, ad oggi, una casa intelligente è inevitabilmente caratterizzata dalla presenza di lampadine led, una o più videocamere, un termostato intelligente e molti altri device che aiutano a facilitare lo svolgimento di varie operazioni. Gran parte del merito della diffusione di questi prodotti è da assegnare al grande lavoro che è stato fatto da parte dei colossi della tecnologia come Amazon, Xiaomi e Google, che hanno colto la palla al balzo per ampliarsi in nuovi settori e sperimentare nuove tecnologie. Per non perdere nemmeno un’offerta quando si tratta di dispositivi intelligenti connessi per la propria casa smart, la cosa migliore da fare è controllare costantemente il volantino Trony, in cui sono sempre presenti promozioni molto interessanti.

Il primo passo per avere una casa sempre connessa è certamente quello di poter contare su una rete Wi-Fi stabile, a cui poter collegare tutti i propri device. Per fare in modo che il segnale arrivi in ogni punto della casa, una delle migliori soluzioni è quella di dotarsi di un sistema Wi-Fi mesh, costituito da periferiche che si collegano in via del tutto automatica tra loro e sono in grado di estendere una connessione stabile e di qualità anche su superfici molto ampie.

Il passo successivo è quello di occuparsi dell’illuminazione: le lampadine a led non possono chiaramente mancare in una casa smart. Per fare le cose in grande, il consiglio è quello di acquistare delle lampadine smart LED multicolore con Wi-Fi integrato, che non hanno la necessità del collegamento ad un hub e garantiscono consumi più bassi in bolletta.

Una volta sistemata l’illuminazione, si può passare a pensare all’ambito sicurezza. Tenere sotto controllo quello che succede all’interno e all’esterno della propria abitazione è molto importante e, per tale ragione, dotarsi di un pratico ed efficace sistema di videosorveglianza intelligente è la cosa migliore da fare, potendolo gestire direttamente tramite il proprio smartphone. Le migliori videocamere sono quelle che hanno la capacità di filmare video ad alta risoluzione, registrando anche l’audio della stanza in cui è stata collocata e rilevando i vari movimenti che avvengono al suo interno. Alcuni modelli possono anche contare su un altoparlante integrato che consente di entrare in comunicazione diretta con chi si trova in casa.

Dopo aver gestito illuminazione e sicurezza, il consiglio è di far diventare smart anche tutti quei device che abbiamo già comprato, ma che non sono effettivamente tali perché ancora “non connessi”. La soluzione a questo scopo è l’acquisto di una presa intelligente che, collegandosi al Wi-Fi, offre la possibilità di gestire direttamente tramite il proprio smartphone ogni tipo di elettrodomestico e device che si può collegare.

Basta scaricare una specifica app e si potrà controllare e pianificare non solo l’accensione, ma anche lo spegnimento di un determinato elettrodomestico, controllandone anche il dispendio energetico.

Infine, come non avere un assistente vocale all’interno della propria abitazione? Si tratta del device perfetto per iniziare a rendere la propria abitazione smart, in grado di ricevere comandi e rispondere a richieste, interagendo come una persona umana. Google Home e Amazon Echo sono le ultime due proposte che stanno avendo un gran successo sul mercato, ma sicuramente nel prossimo futuro verranno sviluppati device ancora più efficienti e avanzati.

Commenti