Allergia primaverile, come alleviare i sintomi?

L'allergia primaverile è molto diffusa tra gli italiani, ecco un metodo naturale efficace per alleviare i sintomi.

di Maria Barison 7 Giugno 2021 11:45
Spread the love

L’allergia primaverile è alquanto fastidiosa, è una patologia cronica che va curata seguendo i consigli del proprio medico, ma ci possono essere dei metodi del tutto naturali che possono quanto meno provare ad alleviare i fastidiosi sintomi.

Sempre più italiani si ritrovano a soffrire di questa allergia primaverile e stando ai dati riportati dall’Istituto Superiore di Sanità, la prevalenza di soggetti allergici si attesta dal 10 al 40% della popolazione italiana. E’ un dato che tende a variare a seconda del periodo dell’anno e che dipende anche da Regione a Regione.

allergia primaverile

Che cos’è l’allergia primaverile?

L’allergia primaverile riguarda nel dettaglio all’intolleranza legata ai pollini e parliamo di sostanze che appartengono alle piante arboree oppure erbacee e selvatiche prive di fiori. Non si tratta certo di patologie gravi ma sono considerate comunque “malattie croniche” che vanno trattate con cautela. Se quindi ci si ritrova in una condizione di produzione di muco, naso intasato, starnuti costanti, occhi gonfi e soggetti a bruciore, è chiaro come si appartenga alla categoria di soggetti allergici e come precisato poc’anzi è fondamentale consultare il proprio medico per poter curare al meglio questo tipo di allergia primaverile.

Per alleviare, in alcune circostanze, i vari sintomi, si può anche optare per qualche metodo naturale. In questo modo si può trarre beneficio da un rimedio naturale in qualsiasi momento della giornata, quando insomma i sintomi sono davvero complicati da sopportare. Il primo passo da fare in queste condizioni è riuscire a sciogliere il muco che impedisce la normale respirazione attraverso le narici.

Metodo naturale contro l’allergia primaverile

Per questa fastidiosa allergia primaverile un vero e proprio toccasana risulta essere il sale rosa himalayano. Questa tipologia di sale contiene molti oligoelementi e minerali. Tra gli altri il rame e il ferro, responsabili del colore rosa naturale. Ha proprietà antibatteriche e antinfiammatorie. Inoltre, è indicato per contribuire a sciogliere il muco e rafforzare le difese. Alcune persone lo utilizzano in cucina anche per condire i propri piatti, ma può essere davvero una soluzione importante per chi soffre di allergia primaverile.

Vediamo ora più nel dettaglio come usarlo per trarne benefici. In una pentola versare 1 o 2 litri di acqua e portarli ad ebollizione, qui basterà aggiungere 30 grammi di sale grosso o fino dell’Himalaya. Quando il sale si sarà sciolto, ecco che si potrà inalare il vapore sprigionato per circa 10-15 minuti. Un metodo estremamente naturale e semplice che potrà liberare per un po’ di tempo il naso dal muco generato dall’allergia primaverile.

Commenti