Marte, individuati diversi vulcani di fango da una ricerca italiana

Individuati su Marte diversi vulcani di fango e la ricerca è stata effettuata da ricercatori italiani.

di Roberto S. 28 Giugno 2019 10:34

Marte continua ad essere un Pianeta di grande scoperte che si rivelano sempre più importanti per i diversi ricercatori che da anni stanno studiando la sua evoluzione. L’ultima scoperta è stata fatta da alcuni ricercatori dell’Università di Padova e riguarda l’esistenza su Marte di vulcani di fango, ossia prodotti dalla risalita di acqua, sedimenti e gas anziché dall’emissione di lava.

Si tratta di un’area di ben 12 mila chilometri quadrati composta da questi particolari vulcani di fango e sono di recente formazione, il che lascia intendere come possano esserci nuovi scenari di presenza di acqua nel sottosuolo del famoso pianeta rosso. A quanto pare la formazione di questi vulcani di fango, dovuta principalmente alla mobilizzazione di grosse masse d’acqua in risalita dal permafrost marziano, sarebbe avvenuta circa 370 milioni di anni fa. Si tratta in realtà di tempi assolutamente recenti per il tempo geologico marziano.

Quest’interessante ricerca è stata effettuata da Barbara De Toffoli, del dipartimento di Geoscienze dell’Università di Padova e nel dettaglio lo studio di questi vulcani di fango è avvenuto applicando una combinazione di analisi geomorfologica e analisi frattale. Attraverso queste conoscenze è stato poi possibile collegare la struttura superficiale alle caratteristiche del terreno ghiacciato, definito permafrost, all’interno del sottosuolo. E’ evidente quindi come ci sia un cambiamento netto nel comprendere l’evoluzione del pianeta ed i vari processi che lo hanno modellato negli anni. Sicuramente però è una ricerca che amplifica l’orgoglio italiano.

Commenti