Vaccino anti-Covid ed alterazione del ciclo mestruale, nessuna correlazione

Si è cercato di capire se ci fosse correlazione tra vaccino anti-Covid ed alterazione del ciclo mestruale.

di Maria Barison 2 Dicembre 2021 11:43
Spread the love

Sono ancora tante le persone che non si sono sottoposte al vaccino anti-Covid e se c’è che lo fa per una questione di principio, altre sono semplicemente spaventate dagli effetti collaterali.

In Gran Bretagna si è cercato più che altro di capire se ci fosse, nelle donne, una correlazione tra vaccino anti-Covid ed alterazione del ciclo mestruale.

vaccino

L’importanza del vaccino anti-Covid

Le domande riguardanti tale vaccino sono tantissime, ma un punto ben preciso da tener presente è che risulta essere molto più pericoloso per la nostra salute beccarsi il Covid. Un vaccino può avere effetti indesiderati come qualsiasi altro medicinale, anche una semplice aspirina, ma è l’unico modo per riuscire ad evitare conseguenze gravi se ci si becca il Covid. Fatta tale considerazione, che ha una matrice assolutamente scientifica, molte donne si sono chieste se ci fosse una correlazione tra vaccino anti-Covid ed alterazione del ciclo mestruale.

In realtà è principalmente in Gran Bretagna che è stato affrontato tale studio e lo scorso settembre, sul British Medical Journal, è apparso un articolo molto interessante realizzato da Victoria Male, docente di immunologia riproduttiva all’Imperial College London. La dottoressa ha approfondito proprio le statistiche riguardanti l’alterazione del ciclo mestruale dopo aver effettuato il vaccino anti-Covid, visto come nel Regno Unito siano avvenute ben 30mila segnalazioni a riguardo. Queste donne hanno notato come il ciclo mestruale avesse subito un’irregolarità dopo il vaccino, anche se con il ciclo successivo tutto sia poi tornato alla normalità. A questo punto ci si chiede se possa essere stato proprio il vaccino anti-Covid a creare alterazioni del ciclo mestruale.

C’è correlazione tra vaccino anti-Covid ed alterazione del ciclo mestruale?

Stando allo studio di tale dottoressa il vaccino non ha alcun effetto negativo sulla fertilità femminile, inoltre l’irregolarità del ciclo non dipendeva dal tipo di vaccino somministrato, o a mRNA o a vettore virale. E’ possibile più che altro che in alcune donne si sia verificata questo particolare effetto collaterale semplicemente come una conseguenza della risposta immunitaria alla vaccinazione. Non è un caso che molte pazienti affette da Covid abbiano poi riscontrato disturbi del ciclo, anche dopo un lungo periodo di tempo.

Gli studi italiani però evidenziano come tra gli effetti collaterali del vaccino anti-Covid non rientrano le alterazioni del ciclo mestruale. Probabile che fattori di stress, che possono essere conseguenti anche alla vaccinazione, creino questi disturbi. Alla fine è sempre lo stress a creare problemi maggiori alla nostra salute, quindi è consigliabile affrontare il vaccino anti-Covid con la massima serenità possibile, anche perché continua ad essere l’unico modo per poter sconfiggere attualmente la pandemia. Deve essere motivo di gioia e non di stress, perché vuol dire che la scienza sta facendo al meglio il suo dovere.

Commenti