Probiotici, perché sono importanti per la salute dell’organismo?

I probiotici sono un alleato importante per la salute dell'organismo umano, ma vediamo perché?

di Maria Barison 2 Marzo 2021 12:21
Spread the love

Nel campo della salute dell’organismo umano svolgono un ruolo importante i probiotici, definiti come microrganismi viventi e attivi che sono contenuti in alcuni alimenti, ma anche integratori e che donano un effetto positivo all’organismo umano, con il rafforzamento dell’ecosistema intestinale.

Si sente parlare spesso di questi probiotici, ma non tutti sanno di cosa si tratta. Più nello specifico parliamo di batteri buoni che sono presenti nella microflora dell’intestino umano, ma anche nel latte fermentato e nello yogurt. Si ha un apporto maggiore di probiotici quando si necessita un maggiore equilibrio per la flora batterica.

probiotici

Quando un batterio può essere probiotico?

Un batterio, per definirsi probiotico deve rispettare alcune caratteristiche: deve essere presente nel nostro intestino, resistere ai succhi gastrici, non deve dare reazioni immunitarie, deve avere un effetto benefico per la salute umana e deve essere in grado di aderire alle cellule intestinali e colonizzarle. I probiotici svolgono un ruolo importante per la salute dell’organismo, difendono l’ecosistema intestinale.

E’ proprio dall’intestino che si svolgono gli equilibri immunitari del nostro organismo, ben il 70% delle nostre difese è presente al suo interno e ciò significa che un suo corretto funzionamento permette di preservare il sistema immunitario, mantenendo l’organismo sano e forte.

Il ruolo dei probiotici nel nostro organismo

I probiotici hanno la capacità di contrastare la proliferazione dei batteri dannosi, creando un ambiente a loro sfavorevole e privandoli delle risorse e dei nutrienti necessari per sopravvivere, ottimizzano in questo modo la funzionalità del colon e contribuiscono alla salute generale del nostro organismo.

I benefici dei probiotici sono notevoli come: contrastare le infezioni gastrointestinali, difendere l’organismo da germi e virus influenzali, far fronte ad alcune affezioni della pelle, alleviano i sintomi del colon irritabile, prevengono le infezioni vaginali, alleviano le intolleranze al lattosio e così via. E’ però sempre importante consultare un medico prima di assumere integratori probiotici, perché possono rivelarsi dannosi in alcune situazioni.

Vediamo ora nel dettaglio quali sono gli alimenti che risultano essere più ricchi di probiotici. Spazio al latte fermentato, allo yogurt, al kefir, ai latticini ai quali sono stati aggiunti probiotici, al tempeh, alla cicoria, ai carciofi, al tarassaco, all’aglio, alla banana,alla crusca, al porro ed agli asparagi. Questi probiotici devono essere assunti giornalmente nella dose minima consigliata ed oltre al cibo possono derivare anche da alcuni integratori utili soprattutto per contrastare alcuni disturbi come la stipsi.

Attenzione però, perché possono esserci anche delle controindicazioni in alcuni casi. Può capitare che creino un aumento dei sintomi gastrointestinali come flatulenza e gonfiore, non di rado possono verificarsi anche reazioni allergiche. Bisogna quindi sempre consultare il medico quando si decide di affidarsi a degli integratori.

Commenti