Addio al mal di mare con una scossa elettrica?

Applicazioni della scienza nella vita di tutti i giorni.

di Valentina Cervelli 6 settembre 2015 10:25

Si potrà dire addio al mal di mare grazie ad una scossa elettrica? Sembra di si, almeno stanno ai suggerimenti nati da una ricerca condotta dagli scienziati dell’Impeial College di Londra. Ma non bisogna avere paura, parliamo di trattamenti sopportabili per tutti.

Quando parliamo di scossa elettrica, infatti non dovete pensare a qualcosa di pericoloso o fuori dal mondo. In questo caso si tratta di piccole scariche, brevi ed indolori che però sembrano avere i loro effetti nel tenere a bada il mal di mare che molte persone sperimentano quando decidono di salire su una barca, per qualsiasi motivazione ciò accada. Lo studio, pubblicato su Neurology dimostra che basta agire in tal modo sul cuoio capelluto per raggiungere un risultato.  Questo perché le piccole scosse applicate diminuiscono l’intensità dei sintomi del mal di mare i quali partono nell’area del cervello adibita all’elaborazione dei segnali motori:  la nausea ed il sudore freddo partono proprio da lì quando il cervello è sottoposto stimoli visivi e uditivi confusi dovuti, molto semplicemente, allo spostamento dell’asse di equilibrio.

Sono essenzialmente due le idee al vaglio degli scienziati per un applicazione reale nella vita di tutti i giorni di questa soluzione contro il mal di mare: la prima è quella di mettere a punto un dispositivo apposito per elargire la scossa, e la seconda è quella di creare una applicazione che consenta agli smartphone di poterla dare direttamente su richiesta della persona. Due soluzioni entrambe molto appetibili. Non ci resta che attendere e vedere quando tutto questo sarà messo in atto.

Photo Credits | Beth Swanson / Shutterstock.com

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti