ƒ

10 fatti che rendono il ciclo mestruale irregolare

Le cause possono essere differenti, alcune davvero incredibili da collegare.

di Valentina Cervelli 12 agosto 2014 10:17
10 fatti rendono ciclo mestruale irregolare

Molte donne sperimentano un ciclo mestruale irregolare. Le cause alla base di questo disturbo possono essere molte e di diversa natura: sia fisiologica che fisica. Vediamo insieme le 10 principali.

Il ciclo mestruale è quella parte della vita di una donna regolato principalmente dagli ormoni: qualsiasi squilibrio degli stessi può riflettersi sulle mestruazioni. Ma cos’è nello specifico che influenza il tutto? Ecco:

1) Eccessiva attività fisica. E’ il cervello stesso che smette di dare impulsi alla riproduzione di ormoni riproduttivi.

2) Sovrappeso. Gli alti livelli di estrogeni influenzano l’ovulazione.

3) Essere sottopeso. E’ una condizione che non consente la produzione di livelli ideali di estrogeni.

4) Farmaci. Alcuni medicinali possiedono la capacità di disturbare l’ovulazione ed il ciclo mestruale come effetto collaterale. In particolare i farmaci per la tiroide hanno questo effetto.

5) Lavorare con i pesticidi. Bisogna fare attenzione: si tratta di sostanze velenose per il nostro organismo che possono apportare più problemi di quelli che pensiamo.

6) Lo stress. Questa condizione influenza la nostra produzione ormonale ed il ciclo mestruale molto di più di ciò che si possa credere.

7) La pillola. Questo rimedio anticoncezionale può creare seri problemi di irregolarità. Ma è in qualche modo il suo lavoro quello di bloccare l’ovulazione e la capacità delle donne di rimanere incinte.

8) Età. Anche l’età può contribuire all’irregolarità del ciclo, soprattutto se ci si avvicina ai 40 anni e si è vicini alla menopausa. E’ l’assetto ormonale che cambia.

9) Dormire poco. La mancanza di un giusto riposo influenza la produzione degli ormoni riproduttivi.

10) Viaggiare lungo diversi fusi orari. L’unione di sonno problematico e stress lavora contro la regolarità del ciclo.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti