ƒ

Scoperta una tartaruga fluorescente

La sua corazza si colora fluo se illuminata di notte.

di Valentina Cervelli 13 ottobre 2015 9:55
scoperta tartaruga fluorescente

E’ stata scoperta da un gruppo di scienziati la presenza di una tartaruga fluorescente vicino alle Isole Salomone, nell’Oceano Pacifico. Si tratta del primo rettile marino ad avere questa particolare caratteristica.

Una delle cose interessanti della scoperta è che i ricercatori della City University di New York sono riusciti a filmare l’esemplare, dando modo a tutti noi di vedere una tartaruga embricata (nome scientifico Eretmochelys imbricata) la cui corazza portava  colori brillanti come verde, rosso e giallo fluo. Sembrava quasi un alieno in quel punto di mare: sono queste le parole con il quale il coordinatore della ricerca  e Emerging Explorer della National Geographic Society David Gruber ha commenta la scoperta. La squadra, va sottolineato, si era recata in quella porzione di acqua d’oceano pacifico per studiare le capacità fluorescenti degli esseri acquatici di notte.

La tartaruga embricata è considerata una delle specie di tartaruga a rischio estinzione. Ed è stata la prima a mostrare questa particolarità che di solito è tipica di coralli, crostaci e alcuni tipi di pesce. Attenzione: in questo caso non si parta di bioluminescenza che riguarda la capacità di emettere luce grazie alle reazioni chimiche del proprio corpo ma di biofluorescenza, ovvero in questo caso la radiazione luminosa viene riflessa e la rimandata su diversa lunghezza d’onda.

Ora il compito degli scienziati sarà quello di capire l’effettivo come ed il perchè alla base del fenomeno. Per ciò che concerne quest’ultima domanda si pensa che il tutto possa essere nato dalla necessità delle tartarughe di difendersi da alcune tipologie di predatore.

Photo Credit | National Geographic

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti