ƒ

Finestre che producono energia elettrica?

Una soluzione che potrebbe portare numerosi cambiamenti se applicata.

di Valentina Cervelli 4 novembre 2015 10:54

Finestre che producono energia elettrica? in termini di risparmio energetico per la popolazione sarebbero una delle strade migliori da intraprendere. Anche per un ecosostenibilità generale dei consumi. Ma è già possibile tutto ciò? Il materiale di certo c’è.

Parliamo di concentratori solari luminescenti, questo è il loro nome. Ovvero lastre di materiale plastico o vetro nelle quali sono inserite delle nanoparticelle in grado di assorbire la luce solare e tenerla all’interno delle stesse dando modo alle celle solari contenute nel telaio della finestra di convertirla in elettricità. Ecco quindi che le finestre possono diventare dei generatori in grado di ammortizzare i consumi dei vari elettrodomestici. Questo sistema è stato messo a punto dai ricercatori dell’Università di Milano-Bicocca in collaborazione con il Los Alamos National Laboratory ed è in “sperimentazione” già da un anno.

Quando si parla di fotovoltaico, sia sulla teoria che sulla pratica, lo sforzo comune degli scienziati è quello di aumentare il rendimento delle celle, in modo da occupare meno spazio. E se la teoria parla di un possibile 25% di rendimento, la pratica ci indica che non si riesce a salire attualmente più del 15%.

Il rendimento delle finestre fotovoltaiche è molto basso: circa il 3,5%. Ma la loro implementazione all’interno della struttura delle abitazioni potrebbe portare ad un cambiamento importante dell’approvvigionamento energetico perchè può essere di supporto e quindi risparmio nei confronti di quella tradizionale. Tecnicamente  con le finestre si possono arrivare a produrre 50 Watt/m2 immediatamente utilizzabile grazie ad inverter o accumulatori. Una soluzione interessante davvero per i consumi domiciliari.

Photo Credits | Ditty_about_summer / Shutterstock.com

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti