ƒ

Nebulosa, cosa è

Ammassi affascinati, luminosi e di diversa tipologia nei nostri cieli.

di Valentina Cervelli 8 gennaio 2015 10:11

Quando si parla di spazio sentiamo spesso nominare una nebulosa e non di rado archiviamo il concetto con qualcosa che abbia semplicemente a che vedere con le stelle. Essa è però molto di più di una definizione poco chiara. Scopriamolo insieme.

La nebulosa è un insieme più o meno denso di Idrogeno, polvere interstellare e plasma. E’ qualcosa di decisamente diverso dalla galassie. Mentre quest’ultime sono classificate in base alla forma con la quale ci appaiono, le nebulose sono considerate al contrario per la loro composizione chimica e per il modo in cui hanno avuto origine.

Le nebulose più comuni appartengono alla categoria “diffuse”, che poi vengono successivamente suddivise in nebulose ad emissione ed in nebulose a riflessione. Mentre le prime contengono gas ionizzato (solitamente idrogeno, N.d.R.) a volontà e risplendono di luce propria, le seconde non contenendo tale elemento si limitano a riflettere la luce delle stelle contenute in esse o di quelle circostanti. Vi è poi la nebulosa di tipo oscuro, difficile da osservare rispetto alle altre. Quelle di questa tipologia sono visibili solo se anteposte ad un’altra in grado di donarle la luminosità necessaria.

Abbiamo poi quelle planetarie, dalla forma ben definita. Sono diverse dalle diffuse ad emissione per la loro origine. Esse nascono grazie ai gas rilasciati da particolari stelle con massa ridotta, nel momento del loro collasso gravitazionale e della trasformazione in una nana bianca. Ed infine vi sono quelle derivanti dall’esplosione di una supernova, uno degli esempi più affascinanti di nebulosa esistente anche se non molto diffusa.

Photo Credits | jupeart / Shutterstock.com

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti