ƒ

4 modi per ingannare il senso del tatto

Ciò che il cervello percepisce non corrisponde sempre alla realtà.

di Valentina Cervelli 13 giugno 2014 9:49
4 modi ingannare tatto

Vi sono 4 modi per ingannare il tatto. Questo senso è forse quello dei nostri cinque che più può essere ingannato, anche in rapporto con gli altri quattro. A seconda delle stimolazioni che riceve infatti, correlate agli altri organi, prova “sensazioni” che in realtà non esistono o risponde a stimoli che ci sembrano assurdi.

Tatto e udito

Provate a scrivere su una lavagna con un gesso. Vi sembrerà che la superficie sia molto ruvida e sentirete l’attrito nell’impugnare il gessetto. Provate la stessa cosa mettendovi delle cuffie con della musica. Non sentendo il rumore del gesso sulla lavagna vi sembrerà che la stessa sia più liscia e che scrivere sia più facile.

Tatto e suggestione

Il potere della suggestione è incredibile. Unite le vostre mani intrecciando le dita e lasciando fuori gli indici che dapprima unirete come a creare il gesto di una pistola e poi separerete percettibilmente. Chiedete ad un amico di legare le vostre dita con una “stringa invisibile“. Le dita si uniranno immediatamente, praticamente senza che voi ve ne accorgiate: il cervello stesso darà quegli impulsi.

Tatto e stimolazioni esterne

Freddo o caldo? Prendete tre ciotole e riempitele una con acqua e ghiaccio, una con acqua a temperatura ambiente ed una con acqua calda. Tenete le mani una nella ciotola “gelata” ed una in quella bollente per un minuto circa. Poi inseritele entrambe in quella “tiepida”. Scoprirete che le vostre mani sentiranno la sensazione di calore opposta a quella precedente.

Il trucco del “dito morto”

Ciò che il cervello “vede” e “sente” può differire. Provate a mettervi palmo contro palmo con una persona facendo aderire bene le dita e provate poi a toccare entrambi con l’altra mano contemporaneamente: non sentirete più il vostro.

Via | Buzzfeed

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti